Home

Immagine: Spiraocchio,Passo della Mendola – Ruffre’ (Bz)

FFoto biografiaederico Seppi, o della natura. Nasce a Trento nel 1990 e risiede in alta Val di Non, a Ruffrè-Mendola. Entra in contatto con il mondo dell’arte già da piccolo: Il padre Fabio Seppi è artista nonché docente di tecniche pittoriche. La sua vocazione per l’arte contemporanea si manifesta precocemente, studia ed approfondisce la sua passione dapprima diplomandosi all’istituto d’arte”A.Vittoria” di Trento e poi inscrivendosi all’Accademia di Belle Arti di Venezia, che tuttora frequenta. I suoi lavori, espressione della sua arte e del suo essere, sono sempre più richiesti: solo lo scorso anno ha partecipato alla collettiva “Sculture” presso l’Accademia di Belle Arti Venezia, al Mart di Rovereto “In Risonanza: Istantanee di creatività nel cervello” con l’installazione “Essenza”, a Caprino Veronese in Sentieri dell’Arte “Natura è altro” con l’installazione “Mimesi” e al Passo Mendola nella manifestazione “Non” con l’Installazione “Spiraocchio”.

Negli anni ho fatto mia un’arte che vive di sperimentazione sui materiali, animato dall’amore verso la natura voglio sensibilizzare le persone ad un approccio ecologico ed estetico ad essa. Proprio quando ho lasciato il mio paese in Trentino per proseguire gli studi all’Accademia di Venezia è emersa la nostalgia per i boschi e per la natura, un attaccamento quasi viscerale con essa, per me questa è diventata parte del mio essere a completamento della mia anima. Da questo sentimento è nata la mia ricerca, sia interiore sia tesa a trovare i materiali necessari ad esprimere l’anima della natura. La mia ricerca artistica diventa così spontanea, dettata dall’habitat che mi circonda. Voglio ridefinire l’universo naturale attraverso una costante riappropriazione fisica e materiale degli elementi originari. La materia contiene già tutta l’energia per realizzare l’opera, per incuriosire lo spettatore e trasportarlo in quelle azioni di ricerca, di sperimentazione, di viaggio, di stupore. Il tema del confine l’ho sviluppato innumerevoli volte anche perché vivendo in un passo di montagna dove non si sofferma a percepire l’essenza stessa di quel luogo, mi ha spinto a creare una manifestazione di arte in natura dal titolo “Traccie di passaggio”; questa esposizione a cielo aperto vuole collegare due realtà differenti anche se molto vicine. Il “Passo Mendola” località turistica a Ruffrè, il paese sottostante, che mantiene ancora intatta quella purezza di paese montano con i suoi antichi masi. Questa manifestazione è nata innanzitutto per avvicinare gli artisti delle grandi città alla natura, all’uso di materiali semplici e a sviluppare una creatività sostenibile ed ecologica ma anche per avvicinare i visitatori alla natura per respirare e trascendere. La prima opera ispirata a questa nuova attitudine l’ho realizzata l’anno scorso dal titolo “Spiraocchio” che consiste in una grande spirale formata da una struttura in nocciolo, dove il visitatore può entrare percorrendo un viaggio che definisco “la verità che trascende i sensi”, giunto al centro trova una sedia con sopra un apertura a pantheon dove si può fermare e rilassarsi, pensando al proprio io, ritrovandosi così in un luogo intimo ma allo stesso tempo in condivisione con il mondo attraverso il cielo. La prima ricerca che faccio nei vari ambienti in cui creo un’installazione è vedere la potenzialità della materia che compone quel luogo. Per me “tutto ciò che ha la sua anima, nella materia viva, può diventare arte. La materia è la madre da dove tutto prende forma” e quindi scegliere i materiali naturali, sia minerali (ferro, calcare, sabbia, pietra, alluminio, argilla) che biologici (acqua, legno, resina, pelli, fibre tessili), è importante; scegliere i materiali naturali e attribuire a ciascun elemento una valenza simbolica ed un significato spirituale, lasciandosi trasportare dai cinque sensi e quindi anche dai profumi, dalle sensazioni tattili e dal mutamento degli elementi dettato dalla natura.

AlberoAlbero

La coscienza e gli abiti del maleLa coscienza e gli abiti del male

Traccie di PassaggioTraccie di Passaggio

StalattitiStalattiti

SpiraocchioSpiraocchio

Ritmo FluidoRitmo Fluido

Rinascita del nudo corpoRinascita del nudo corpo

Lacrime di ResinaLacrime di Resina

© 2013_ DdB

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...