Home

munariNato nel 1907 a Milano, Bruno Munari ha percorso l’arte e la cultura del progetto del Novecento lasciando ovunque tracce significative: dalle Macchine inutili (1942), ai Libri illeggibili(1950) i suoi progetti sono sempre borderline, a cavallo tra razionalità e fantasia, ma diventano anche rigorosa attività editoriale (Einaudi e Bompiani) e industriale (Danese).

“Pubblicato per la prima volta nel 1968, questo volume propone un ritratto spietato e gustoso della metropoli lombarda con forme nere, stilizzate, geometriche, creando un effetto nebbia con la carta lucida semitrasparente.  Il lettore viene completamente coinvolto ed entra attivamente nel racconto, in un percorso fatto di immagini e suggestioni create dall’uso di carte diverse fustellate e disegnate. Un viaggio dentro la lattiginosa opacità della nebbia di Milano.”

corraini_munari_nella-nebbia-di-milanoLa personale visione della città di Milano di Bruno Munari proposta ai bambini (età consigliata: 5 anni) avanza in tram verso la periferia milanese attraverso una nebbia fatta di fogli di carta trasparente stampati in nero opaco. Un piccolo viaggio virtuale in una città ormai d’altri tempi quando sui tram giravano signori distinti con la pipa e i bambini andavano a prendere l’acqua alle fontane pubbliche.  Le città cambiano, questo libro ci mostra una fotografia che rivive nella magia della nebbia, che permette di sfocare ad arte, mettendo in risalto i particolari importanti e nascondendo con pudore quanto sarebbe bello poter non vedere.

D’inverno la natura dorme e quando sogna appare la nebbia. Camminare dentro la nebbia è come curiosare nel sogno della natura: gli uccelli fanno voli corti per non perdere l’orientamento, scompaiono i segnali e i divieti nelle strade, i veicoli vanno piano e si fa appena in tempo a riconoscerli che spariscono. Le luci verdi, gialle , colorano nella notte le vaste masse di nebbia, tutto diventa irreale. Solo all’interno delle case gli uomini continuano la loro attività.

Si vedono ancora i milanesi con il cappotto di cammello e la pipa sui mezzi, o sono scomparsi nella nebbia? Sarà un fantasma del passato quel bimbo che va alla fontana, o forse è uno dei nuovi piccoli abitanti delle periferie? Sono ancora attuali le osservazioni di Munari? Campeggiano virtualmente messaggi inneggianti al consumismo nella Milano di oggi? Una “lettura” per grandi e i piccini con molti spunti (diversi per le due categorie) su cui riflettere.

© 2014_ DdB

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...