Home

Copertina: Diego Barbieri

Diego Barbieri,Classe ’82, inizia la sua esperienza fotografica nel 2006. Co-fondatore del Collettivo diecixdieci, i suoi lavori sono principalmente legati all’utilizzo del mezzo analogico ed in particolare del bianco e nero. Fra le principali esperienze espositive vi sono due partecipazioni a Fotografia Europea nel 2009 e 2010 rispettivamente con i progetti “Contrasti Urbani” e “En las calles de Madrid” e le mostre collettive “Metropolis”, “Hotel Italia”,  “LAND(E)SCAPES” e “PEOPLE” tenutesi presso l’ex Convento di S. Maria di Gonzaga (MN) rispettivamente nel maggio 2011, settembre 2011,  maggio 2012 e maggio 2013.

Damiano Bonazzi nasce nel febbraio del 1984 a Suzzara, in provincia di Mantova. Da sempre appassionato, inizia ad avvicinarsi alla fotografia amatoriale solo negli ultimi anni, acquistando la sua prima reflex. Da allora ha seguito corsi e ha fatto esperienza cercando sempre situazioni e stimoli nuovi. Preferisce immortalare paesaggi a colori, anche se di recente sta provando esperienze diverse. Membro del collettivo diecixdieci sta realizza esposizioni fotografiche assieme al gruppo, tra cui “PEOPLE” tenutasi presso l’ex Convento di S. Maria di Gonzaga (MN) nel maggio del 2013.

 

Il progetto è intitolato “Tra terra e acqua” e tratta gli elementi tipici del territorio rurale padano, in particolare ciò che  riguarda la regimentazione delle acque.

Questi elementi storici e di forte identità del paesaggio, spesso non svolgono più la loro funzione e risultano abbandonati e in condizione di degrado. Sono però dei veri e propri iconemi1 del nostro paesaggio rurale, come le casine rurali, le rogge, i filari alberati che determinano il bordo dei campi, gli alberi secolari. Questi elementi rappresentano l’identità del territorio rurale italiano, nonostante questo spesso non vengono coinvolti nei progetti e nelle previsioni urbanistiche.

Damiano Bonazzi 1

Damiano Bonazzi 2

Damiano Bonazzi 3

Damiano Bonazzi 4

Damiano Bonazzi 5

Damiano Bonazzi 6

Damiano Bonazzi 7

Damiano Bonazzi

Diego Barbieri 1

Diego Barbieri 2

Diego Barbieri 3

Diego Barbieri 4

Diego Barbieri 5

Diego Barbieri 6

Diego Barbieri

1 Gli iconemi, nella definizione coniata da Eugenio Turri sono “i dati incontrovertibili della percezione, i dati di partenza dell’operazione semiotica che ci porterà, a diversi livelli, a riconoscere un territorio o una regione, con i rapporti interni tra vari elementi, traducibili in segni. (..) le unità elementari della percezione, il segno di un insieme organico di segni, la sineddoche, come parte che esprime il tutto delle unità di paesaggio con una funzione gerarchica primaria. Sono gli elementi che maggiormente incarnano il genius loci di un territorio e la sua anima vera e profonda, sono il riferimento visivo di forte carica semantica del rapporto culturale che una società stabilisce con il proprio territorio”. (Turri,1998)

© 2013_ DdB

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...