Home

Venerdì 31 Maggio abbiamo assistito con interesse alla Lectio magistralis: “Eat the city. Proposte per nutrire la città” del professor Richard Ingersoll.

Cominciando con un’introduzione rivolta al significato e al ruolo che lo sprawl, termine da lui coniato, ha assunto negli ultimi anni, Ingersoll ha rivolto l’attenzione verso un fattore che potrebbe giocare un ruolo importante nella città, anche dal punto di vista sociale, cioè la reintroduzione dell’agricoltura all’interno del sistema urbano .

sprawltown

La tattica proposta viene da lui identificata con il termine di agri-civismo, questo richiede la partecipazione attiva dei cittadini, creando così legami sociali; e può rispondere ad un fabbisogno locale, coinvolgere le parti più deboli delle società, disegnare uno spazio aperto pubblico e privato e quindi mettere più in stretto rapporto i cittadini con gli enti che amministrano i luoghi.

Durante la conferenza sono stati esposti casi significativi europei e americani che potrebbero essere riproposti anche in territorio italiano, facilmente e con costi di attuazione irrisori, ma che sarebbero in grado di creare uno spazio qualitativamente migliore.

© 2013_ DdB

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...