Home

La Collaborazione di Giugno ha come tema la rifunzionalizzazione delle aree industriali dismesse. Vediamo come questo tema è stato affrontato, all’interno del territorio padano, da due neo-laureate.

copertina tesiGiulia Lopez e Francesca Tessari hanno di recente conseguito la laurea magistrale in Architettura presso il Politecnico di Milano. Durante il percorso universitario hanno approfondito, a diverse scale d’intervento, le tematiche relative al recupero di aree ed edifici storici dismessi del territorio veronese, con particolare attenzione al sistema fortificatorio e all’ambito industriale della Zona Agricola Industriale storica della città.

Storicamente i distretti industriali si sono per lo più ubicati in corrispondenza dei principali nodi infrastrutturali. In Italia, invece, tale collocazione è avvenuta di sovente senza una corretta e coerente pianificazione, con proliferazione di siti produttivi, spesso non adeguatamente serviti dalle infrastrutture di trasporto, con conseguenti negativi effetti sia a scala produttiva (scarsa efficienza logistica), sia ambientale. A causa di queste scelte e delle diverse esigenze assunte dalle attuali politiche di industrializzazione, si conta oggi un elevato numero di aree storiche industriali dismesse non più utili a svolgere la loro funzione produttiva. Oggi infatti risulta certamente più attraente, sotto l’aspetto economico, realizzare nuovi immobili in luoghi non costruiti, esterni alle tradizionali aree produttive prossime ai centri urbani.

Nel caso di Verona Sud, zona industriale storica della città, la cui origine risale ai primi decenni del secolo scorso, si ha un esempio di buona pianificazione, rapportata ai tempi. Tuttavia, oggi, in virtù delle esigenze di carattere ambientale e viabilistico, non risulta più sostenibile mantenere le attività industriali nei luoghi storici della produzione. Oggi, gli elementi di architettura industriale dismessi hanno una collocazione spesso decontestualizzata rispetto alle origini e, pertanto, l’intenzione del riuso è fortemente condizionata dalle funzioni dell’area di pertinenza dell’immobile. La pianificazione urbanistica attuale, sempre più orientata dalle scelte economiche dei privati, stenta ad individuare strategie di sviluppo territoriale in grado di cogliere compiutamente le istanze sociali, economiche ed ambientali locali. Le tematiche dell’architettura industriale sono dunque per lo più assunte nella pianificazione in modo episodico, con attenzione al singolo elemento edilizio ed al suo pregio formale, piuttosto che ad un’attenta valutazione funzionale. Solo nella ZAI storica di Verona la maggior parte degli elementi del patrimonio storico industriale ha ottenuto una destinazione urbanistica all’interno di un disegno coerente in cui i diversi edifici concorrono alla nuova centralità del quartiere che da produttivo assume caratteri direzionali e commerciali, sia in quanto porta della città, sia come fulcro fieristico. Dall’analisi delle funzioni insediate o da insediare emerge un quadro complessivo di grande reiterazione delle destinazioni d’uso (commerciale, direzionale e ricettiva) ponendo quindi l’interrogativo circa l’effettiva efficacia di tali scelte. Per rispondere in modo adeguato a tali problematiche, e con l’obiettivo di mantenere una funzione produttiva all’interno degli edifici industriali dismessi, è utile rivolgere l’attenzione alle tematiche relative al mondo del produrre e alle relazioni che intercorrono tra le imprese. Si può constatare quanto l’attuale crisi economica e le nuove sfide dettate dai mercati globali, rendano oggi le imprese bisognose di una forma di aggregazione più flessibile ed innovativa rispetto a quelle tradizionali. A tale fine, le funzioni che più si ritengono compatibili ed efficaci sono quelle che vedono nell’avvio, supporto ed assistenza alle imprese la soluzione vincente per una nuova economia e per il recupero anche delle aree produttive dismesse.

© 2013_ DdB

2 thoughts on “NET WORKS_G. Lopez, F. Tessari

  1. Bellarticolo, molto utile! Stavo facendo le mie belle letture di post pre-nanna, per lasciare magari qualche commento… quando ho letto questo articolo! Grazie delle dritte!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...